BENZINA SEMPRE PIÙ CARA, IN ARRIVO ALTRI AUMENTI: ECCO QUANTO CI COSTERÀ UN PIENO

L’estate parte male. Soprattutto per gli automobilisti. I rincari della benzina sono pronti a caratterizzare la bella stagione 2018. Nelle ultime ore il prezzo del greggio è arrivato a 1,62 al litro, con picchi a 1,634 euro e le no-logo a un passo da 1,6. Non va meglio per il diesel: 1,492 con punte di 1,517 e le pompe bianche a 1,472. Un rincaro pesante. Basti pensare che, ad esempio, per un’automobile a benzina con serbatoio da 60 litri si potrebbe superare la soglia psicologica dei 100 euro per un pieno.

Benzina, un’altra batosta

E nei prossimi giorni è previsto un sensibile ma ulteriore aumento dei prezzi dei carburanti. A sostenerlo è il presidente di Figisc-Confcommercio, Maurizio Micheli nell’Osservatorio prezzi. «A meno di drastiche variazioni in più o in meno delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati o del tasso di cambio euro/dollaro – rileva – ci sono ad oggi plausibili presupposti per una aspettativa di prezzi in sensibile aumento, media dei due prodotti benzina e gasolio e delle due modalità di servizio “self” e “servito”, per i prossimi giorni con scostamenti compresi attorno a 1,0 centesimo/litro in più». Al monitoraggio, effettuato in collaborazione con Assopetroli – Assoenergia, dei prezzi pubblicati dalla Commissione Europea risulta «che nella data del 14 maggio lo “stacco Italia delle imposte sui carburanti” è di +22,1 cent/litro per la benzina e +20,7 per il gasolio e le imposte hanno inciso nella settimana sul prezzo finale della benzina per il 62,27 % e per il 58,12 % su quello del gasolio».

via Secolo d’Italia

POTREBBERO INTERESSARTI: