News

Briatore entra in politica: ‘Chiunque ha realizzato qualcosa nella vita si metta in gioco per il bene del Paese’

“La Fucina delle Idee buone e concrete è in moto. Stiamo lavorando, a servizio del Paese e degli Italiani”.

L’imprenditore Flavio Briatore, con un post pubblicato su Instagram nel primo pomeriggio di Lunedì, ha lanciato la sua nuova creatura politica: “Il Movimento del Fare”.

L’annuncio dell’imprenditore piemontese arriva un mese dopo le dichiarazioni fatte al Foglio: “Non è più tempo di attendere: imprenditori, sindaci e professionisti che hanno realizzato qualcosa nella vita devono mettersi in gioco in prima persona. Per il bene del Paese, per restituire un po’ di quello che hanno ricevuto”.

Per Briatore le priorità sono “Far ripartire l’economia, creare lavoro, attrarre investimenti”.

Della nuova creatura politica di Flavio Briatore si conosce solo il logo, e non è ancora del tutto chiaro come si collocherà sul piano politico.

Nel recente passato, tuttavia, l’imprenditore piemontese non ha risparmiato apprezzamenti verso l’operato del leader della Lega Matteo Salvini, affermando come “il suo talento politico” sia “innegabile”. Briatore si era anche detto aperto a ad accettare eventuali incarichi di governo che gli venissero proposti dal leader del Carroccio.

Negli scorsi giorni, Briatore è stato ospite a Villa Devoto del governatore della Sardegna Christian Solinas per confrontarsi sul futuro dell’isola.

“Flavio ha le idee molto chiare – ha affermato il governatore – è un amico della Sardegna e ci può dare una mano”.

Il turismo, specie quello di alta gamma, sarà un tema centrale nel programma del Movimento: «Siamo il Paese più bello del mondo con 7 mila chilometri di costa – aveva proseguito Briatore nell’intervista al Foglio -, ci meritiamo un turismo di valore che vada oltre ciabatte e sacchi a pelo”.

Fonte: https://www.silenziefalsita.it/2019/09/10/briatore-entra-in-politica-chiunque-ha-realizzato-qualcosa-nella-vita-si-metta-in-gioco-per-il-bene-del-paese-per-restituire-un-po-di-quello-che-hanno-ricevuto/

loading...