CONSULTAZIONI, LA BOMBA DAL QUIRINALE: GOVERNO DI GUERRA PER LA SIRIA

Casca a fagiolo l’escalation della crisi in Siria, con Stati Uniti e Russia mai così vicini a uno scontro. La minaccia di Trump a Putin potrebbe infatti essere colta al volo per accelerare i tempi della formazione di quello che alcuni hanno definito un “governo istituzionale” e altri un “governo di guerra”. Quale che sia il nome, un governo di larghe intese, “dettato” dal presidente Sergio Mattarella per evitare che l’eventuale scoppio di un conflitto di dimensioni imprevedibili trovi l’Italia impreparata, con un governo sfiduciato dal voto dello scorso 4 marzo e dunque senza l’autorità e la rappresentatività necessarie a prendere decisioni fondamentali circa un eventuale intervento del nostro Paese.

Ma c’è anche chi (ad esempio Maria Teresa Meli intervenendo stamattina a L’aria che tira su La7) pensa che quella della guerra sia una fake news, che potrebbe abilmente essere strumentalizzata dal Quirinale o da alcuni dei leader politici per forzare la mano e superare i veti e le divisioni che hanno fin qui impedito la formazione di una maggioranza e la nascita di un governo.

via Libero

POTREBBERO INTERESSARTI: