News

DAGOSPIA: GRILLO FONDA UN NUOVO MOVIMENTO CONTRO IL M5S?

Il retroscena consegnato da Dagospia è di quelli che definire esplosivi sarebbe riduttivo. Si parla di Beppe Grillo e del suo addio al M5s. E, soprattutto, del suo nuovo progetto: Grillo, secondo Dago, avrebbe intenzione di creare un nuovo movimento. Più “incazzato” dei pentastellati e pronto all’opposizione dura e pura.

Un movimento che nascerebbe per far fronte a quella che viene definita la “democristianizzazione” del M5s, simboleggiata in modo perfetto da Davide Casaleggio e da quel Luigi Di Maio che, ora, apre ad alleanze con chiunque.

Ma di ancor più clamoroso c’è chi Grillo vuole a capo del nuovo soggetto politico: niente meno che Alessandro Di Battista, e questo spiegherebbe la sua mancata candidatura.

Certo, il movimento di Grillo non potrebbe correre a queste elezioni: l’obiettivo è giocarsela alle ipotetiche nuove elezioni che arriveranno nel caso in cui dal 4 marzo non dovesse uscire alcun governo. E – Grillo ne sarebbe convinto – la seconda tornata elettorale dovrebbe arrivare addirittura entro la fine del 2018.

L’obiettivo di Beppe è “risvegliare l’ala movimentista e protestataria, abbandonata per quella istituzionale e paludata di Di Maio e Casaleggio”.

Il programma? addio Euro, addio Europa, sinergie con Vladimir Putin, graduale allontanamento dalla Nato, sostenere la battaglia No-Tav. E sarebbero proprio le insistenti voci su questo nuovo movimento ad aver spinto Di Maio ad aprire a governi di larghe intese, così da evitare che in caso di nuove elezioni una fuga di massa dei pentastellati ortodossi verso il nuovo movimento grillino.

Fonte: qui