News

DAL 2014 LE BANCHE EUROPEE HANNO PAGATO 23 MILIARDI ALLA BCE

Giovedì si saprà se la BCE applicherà la famosa politica monetaria espansiva di cui si parla da giugno, anche se qualche voce incontrollata ha affermato che tutto questo potrebbe essere rinviato in attesa che i dati siano tali da richiederla.

In realtà gli esperti si aspettano 3 diversi possibili interventi: uno prudente, uno medio ed uno invece molto sostenuto:

Le previsioni sono variabili da un minimo di 10 pb di ribasso per i tatti, 0,1% ad un massimo di 0,4%, passando per un valore medio dello 0,2% il più probabile.Nel primo caso non c’è tiering, negli altri due si, per i versamenti delle banche. Inoltre tutte le soluzione prevedono 5 miliardi di titoli corporate, ma solo medium e large hanno acquisti di titoli di stato, da 25 e 75 miliardi rispettivamente.

Il problema dei tagli dei tassi è legato al taglio anche dei profitti dei tassi. Si calcola che la riduzione di 20 pb (0,2%) porti ad un taglio dei profitti bancari per un totale aggregato di 5,6 miliardi per i principali 32 istituti bancari europei. Se vi fosse un ulteriore taglio di 10 pb si calcola che la redditività scenderebbe ben del 10%.

Oltre al taglio di redditività ci sono poi i proprio i soldi che le banche hanno, direttamente, pagato alla BCE sui depositi overnight. Si tratta di ben 22.8 miliardi di  euro, pagati per 89% dai paesi “Core” dell’area euro, e massimamente dalla Germania

Nel grafico soprastante potete vedere quanto le banche hanno pagato per i tassi negativi, un costo che vengono a sostenere, incredibilmente, per non investire i soldi.

Due grosse incertezze restano comunque sulle politiche della BCE, soprattutto per i casi medio ed elevato di politica monetaria:

a) il tiering nell’applicazione dei tassi, cioè la divisione dei depositi delle banche, per cui i tassi negativi sono applicati solo ai depositi incrementali, sarà efficace come in Giappone  o Svizzera o risulterà inefficace;

b) i tassi più bassi saranno applicati solo al tiering, cioè ai tassi più alti, o saranno applicati a TUTTI i depositi overnight, danneggiando ulteriormente le banche?

Queste domande influenzeranno molto l’andamento delle quotazioni delle banche domani.

Fonte: https://scenarieconomici.it/dal-2014-le-banche-europee-hanno-pagato-23-miliardi-alla-bce-il-piacere-dei-tassi-negativi/

loading...