DIEGO FUSARO: ‘È RAZZISTA CHI CHIAMA MIGRANTI RISORSE, SIGNIFICA CHE HANNO UNA FUNZIONE ECONOMICA E NON DIGNITÀ UMANA’

Il filosofo Diego Fusaro ospite a “L’aria che tira” su La7, ha espresso la sua opinione riguardo al dibattito sui migranti.

“Io penso che occorra prendere congedo da questa visione fatalistica per cui sono processi naturali che avvengono o peggio ancora dalla narrazione razzista che pensa loro siano inferiori, noi superiori, e quindi loro vengano da noi per trovare l’El Dorado” ha osservato.

“In realtà stiamo assistendo, lo dico apertamente, ad una nuova forma di colonialismo con cui non andiamo più a sfruttarli in Africa, ma li deportiamo con navi private o contrattati come il Global Compact per avere forza-lavoro a basso costo” ha affermato.

“Questa è la tendenza oggi in atto del Capitale” ha ribadito Fusaro.

Da cosa si capisce che vengono reputati inferiori? “Quando qualcuno li chiama ‘risorse’, la risorsa vale nella misura in cui ha una funzione economica rispetto ad altro, la risorsa non è una dignità umana ma è una risorsa economica” ha spiegato.

“Questo è il discorso che oggi viene fatto, perché evidentemente siamo in questo orizzonte di senso” ha concluso.

Fusaro, in un altro intervento nel corso della trasmissione su La7, aveva sempre criticato le politiche migratorie di sinistra.

“Stiamo assistendo a vere e proprie deportazioni di cui la storia ci chiederà conto. Quella che viene chiamata accoglienza integrazione, non è tale. Perché l’accoglienza e l’integrazione prevedono che si trattino, non come risorse economiche, ma come esseri umani pieni di dignità, gli accolti e gli integrati,” aveva fatto notare.

“Qui siamo invece” aveva detto il professore “al cospetto di uno spietato processo di deportazione di schiavi, uso questa espressione perché tali vengono considerati e trattati, con un triplice obiettivo:

A) Sfruttare esseri umani con campi di pomodori e quant’altro
B) Colpire la classe lavoratrice, migrante o autoctona nel suo complesso abbassando le condizioni del lavoro
C) Colpire in generale i diritti sociali conquistati puntando a una terzomondizzazione dell’Europa”

via Silenzi e Falsità

POTREBBERO INTERESSARTI: