Eurozona

ERF: CHE COS’È E COME FUNZIONA? PEGGIO DEL FISCAL COMPACT…

In Italia non si fa altro che parlare del Fiscal Compact e dei paramatri imposti dall’Unione Europea per raggiungere il tanto agognato pareggio di bilancio.

Pochi sanno però che contemporaneamente al patto finanziario continentale, il 13 giugno 2012 il Parlamento di Strarburgo ha varato anche un altro meccanismo. Stiamo parlando dell’ERF, European Redemption Fund, volto a risolvere il problema del debito pubblico che affligge i singoli Stati Nazionali. L’Italia, così come gli altri Paesi, lo ha firmato nel settembre 2012, quando l’allora Governo Monti, approvò in una volta sola entrambe le misure.

Ma andiamo con ordine.

ERF: che cos’è?
Il Fondo Europeo di Redenzione è una sorta di contenitore all’interno del quale i vari Paesi dell’Unione faranno confluire parte del loro debito pubblico e in particolare la parte eccedente il 60% del PIL, che rappresenta il limite imposto dal trattato di Maastricht del 1992. 
Parlando dell’Italia, la cifra corrisponde a 1.170 miliardi di euro, il 73% del Prodotto Interno Lordo nazionale.

Eurobond
Una volta incamerati i soldi provenienti dai singoli Paesi, il Fondo, per finanziarsi, emetterà sul mercato dei capitali una sorta di eurobond al cubo e, sfruttando la Tripla A concessa dalle varie agenzie di rating alle emissioni comunitarie, godrà di tassi molto più bassi rispetto a quelli che uno qualsiasi degli Stati Periferici potrebbe garantire.

Le garanzie
Perché questo meccanismo funzioni, le regole prevedono che i vari Paesi dell’UE pongano qualcosa come garanzia. Cosa? Nell’Ordine:

  • asset patrimoniali nazionali (esempio, aziende come Finmeccanica, Eni, Enel),
  • riserve auree,
  • riserve valutarie,
  • gettito fiscale.

Nel caso in cui uno degli Stati Membri non riuscisse a rispettare i parametri contenuti dal Fiscal Compact, che impone di ridurre ogni anno il rapporto debito/PIL di un 20esimo della parte eccedente per le prossime due decadi, l’UE potrà utilizzare i beni posti come garanzia per far scendere automaticamente il debito pubblico.

Questo è l’ERF. Per approfondire, cliccare qui.

via Money