FRANCIA IN PIAZZA CONTRO LA RIFORMA DEL CODICE DEL LAVORO DI MACRON

Commento

La Francia in piazza contro la riforma del codice del lavoro: oltre 180 manifestazioni sono previste nel corso della giornata di oggi che vedrà anche problemi nel funzionamento dei servizi pubblici in molte città del Paese come risposta alle circa 4mila chiamate allo sciopero.

Una prima giornata di manifestazioni alla quale seguiranno altre mobilitazioni: quella del 21 settembre convocata dalla Cgt, una delle maggiori sigle sindacali; quella del 23 settembre annunciata dal leader di La france Insoumise, Jean-Luc Mélenchon, che ha pensato ad un “raduno popolare”.

Quindi, ultima in ordine di tempo, la giornata di mobilitazione del 3 ottobre, annunciata dalla Cfdt. “È solo l’inizio”, cantano gli studenti. Gli studenti sono arrivati in piazza Italia dopo aver protestato contro la riforma del codice del lavoro.

loading...

Alcuni persino chiedono un “sciopero generale fino al ritiro totale” delle ordinanze. Tre persone sono state arrestate a Parigi, di cui due per i proiettili di lancio e un manifestante è stato ferito, ha detto quartier generale della polizia.

La manifestazione è stata turbata più volte da incidenti, in particolare da lanci di proiettili contro le forze di polizia che hanno risposto utilizzando gas lacrimogeni e cannoni ad acqua.

La protesta di Parigi contro la riforma del codice del lavoro ha raccolto 24.000 persone, secondo la prefettura della polizia.

Ma il Cgt, nel frattempo, ha stimato che 60.000 manifestanti hanno partecipato alla sfilata della capitale, parlando della mobilitazione sociale “molto forte”.

Altre manifestazioni sono in corso a Marsiglia, Tolosa, Le Havre, Rennes Bordeaux, Nizza. Lo slogan della mobilitazione lanciato dal Cgt è stato quello di resistere al progetto di riforma del codice del lavoro di Emmanuel Macron.

Ma i francesi, secondo i media, hanno molti motivi per essere insoddisfatti.

Fonte: qui

loading...
LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Commenti per questo post