GENTILONI: “CI TENGO ALL’ONORE DEL PD, ABBIAMO RISANATO L’ECONOMIA. PD ALLA RISCOSSA”

(ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Il Pd sta cercando una nuova strda, o forse una nuova veste, per riuscire non solo a contrapporsi all’attuale governo giallo-verde – e riuscire a “mandarlo a casa” – ma soprattutto per tornare ad essere un punto di riferimento della società italiana. L’occasione per questo rilancio è data dalla convention organizzato all’ex Dogana di Roma a San Lorenzo con la quale, dal titolo “Piazza Grande”, il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti ha lanciato ufficialmente la sua campagna congressuale con la sua candidatura a segretario del Partito democratico. Un appuntamento che ha visto partecipare, tra gli altri, l’ex premier Paolo Gentiloni le cui parole sono state in sintonia con quelle pronunciate dal governatore.

Il Pd, ha chiarito Gentiloni, “non può autoassolversi, abbiamo perso molte partite e dobbiamo capire che sì, è vero, dobbiamo cambiare strada e farlo molto seriamente». Ma questa strada, ha aggiunto, “non è fatta di abiure. Ci tengo all’onore del Pd e a quello dei suoi governi. Abbiamo – ha ricordato – risanato l’economia», anche se qualcosa non ha funzionato.

Gentiloni punta poi il dito contro il governo M5S-Lega in carica, le cui ½poche decisioni sono uno dei fattori di questa crisi internazionale». Il nuovo governo, ha continuato, “offre un nemico al giorno. Un giorno sono le autorità indipendenti, oppure il nemico è un modello di accoglienza, nei confronti del quale si esibisce una macchina di propaganda che vorrei vedere per le opere che le nostre forse dell’ordine fanno giustamente contro la mafia e il caporalato, non contro l’accoglienza”. Quando si ha un ministro dell’Interno che parla di “tanti nemici tanto onore” questa non è l’idea di Italia. Avanti quindi con il Pd “motore della riscossa” per andare oltre questo governo.  ASKANEWS

via ImolaOggi

POTREBBERO INTERESSARTI: