Gli Italiani? Tutti mafiosi, o almeno come tali verranno trattati. Introdotta la confisca col solo sospetto, la strada verso il fascismo fiscale è segnata

Commento

Pensate un po’ a cosa potrà succedere quando finiranno i soldi, quando tutte le imprese avranno delocalizato lasciando in Italia solo impiego di basso cabotaggio (ossia che paga pochi contributi pensionistici). Insomma, quando lo stato avrà bisogno assoluto di soldi. Tenete bene a mente le parole della ministra Maria Etruria Boschi: “Dobbiamo porci il problema di come aggredire il contante che è presente nelle case degli italiani

Appunto.

Ho parlato recentemente con un amico che lavorava in una famosa azienda meccanica italiana (?) celeberrima per le vetture da corsa, della bassa emiliana: è scappato, lo pagavano pochissimo e lo facevano lavorare 10 ore al giorno, minimo. Ingegnere. Capite la nuova frontiera dello sfruttamento? Chiaro, chi può se ne va. Tanto per chiarire quale è la situazione degli stipendi in Italia. E dei contributi per pagare le pensioni esistenti, contributi che presto saranno insufficienti (…).

Ma torniamo a bomba. Il Codice Antimafia approvato di recente, nome roboante che imporrebbe il supporto da tutto il Paese, in realtà nasconde un trend molto preoccupante che riguarda tutti noi. Prima di tutto, ha come oggetto la confisca con il solo sospetto, senza condanna. Un concetto nuovo sotto molti aspetti, quanto meno per l’estensione che ne viene data dal legislatore. Poi, non riguarda solo i mafiosi ed i terroristi, anzi rischia di riguardare un po’ tutti visto che si focalizza anche su chi dà assistenza a chi si associa per delinquere. Visto che l’associazione per delinquere è un reato in cui gli associati sono più di 2, dare assistenza andrebbe interpretato cosa significhi (occhio alle persone a cui date un passaggio in auto…). Ricordando per altro che viene compreso anche l’autoriciclaggio ossia un reato che si concretizza quando si utilizzano i denari provenienti da un altro reato (che potrebbe essere truffa, rapina, evasione fiscale, agiotaggio ecc.). Ossia, appunto, reati di qualsiasi tipo. Quindi non solo mafiosi, stalker (si, anche loro), terroristi, corruttori e corrotti, statale promette favori…. Capite bene che è facile estendere il sospetto se si ha bisogno di soldi.

Soprattutto, ripeto, perchè la confisca avviene con il mero sospetto. E può essere anche confisca allargata ovvero riguardare anche vicini e parenti o affini anche per valori eccedenti il danno (…). In certi casi senza nemmeno passare dal giudice, basta la polizia giudiziaria.

Ma il passaggio più bello è quello secondo cui, se alla fine si dimostra che la confisca non era applicabile (una volta arrivati a sentenza, ossia da 8 a 10 anni dopo), nel caso i beni siano già stati conferiti allo Stato o per fini di pubblica utilità il confiscato verrà liquidato per equivalente. Che so, vi confiscano una casa, poi dieci anni dopo si dimostra che lo Stato aveva torto, nel mentre la casa te l’hanno venduta e quindi ti pagano per il valore della casa. E lì parte un’altra causa – altri 10 anni o giù di lì – per farsi dare il vero valore dell’oggetto e non una valutazione al ribasso come sempre accade quando si ha lo Stato moroso come controparte.

Domanda: voi ci vivreste in un paese così? (Già so la risposta…)

Di più, pensate che questo incentivi gli stranieri ad investire nell’ex belpaese? No di certo. Dunque la fine dell’Italia come ente economico che sta in piedi da solo è vieppiù giustificata, a termine.

In ogni caso, pensate che tale legge sia di marcata impostazione fascista? (Anche qui temo di sapere la risposta…)

Siamo onesti: non si può confiscare proprietà private col mero sospetto, non ci vuole un genio per capirlo. E preferisco non dire cosa penso sul fatto della restituzione eventuale per equivalente in caso di mancata conferma del reato a sentenza….

Come dice il mio stimato collega (che mi ha rotto all’infinito chiedendomi questo intervento), finirà malissimo intravedendo già la fine dello Stato democratico in Italia. Ormai non ho più alcun dubbio nemmeno io. Per inciso, facessero un provvedimento simile in altri paesi EU – tipo Francia o Germania o anche Spagna – scoppierebbe la rivoluzione.

Vi lascio in calce un sunto dei passi più importanti estratti dall’unico articolo di giornale che svela abbastanza nei dettagli l’essenza del contestatissimo – potete giurarlo – provvedimento (Il Messaggero del 27.09.2017 – In Primo Piano/Politica – “Nuovo Codice Antimafia, ecco cosa prevede la legge”, LINK)

Jetlag

_________________________

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/politica/nuovo_codice_antimafia_ecco_cosa_prevede_la_legge-3265714.html

NOTASI BENE: nel provvedimento citato – ormai legge – si tratta la confisca solo con indizio di reato, solo col sospetto!

ESTRATTO DALL’ARTICOLO CITATO

1.”Si allarga il perimetro dei possibili destinatari cui possono essere applicate le misure di prevenzione personali e di natura patrimoniale: da un lato a chi è indiziato di terrorismo o di assistenza agli associati a delinquere e dall’altro a chi è indiziato di associazione a delinquere finalizzata ad alcuni gravi delitti contro la pubblica amministrazione, tra cui peculato, corruzione propria e impropria, corruzione in atti giudiziari, concussione e induzione indebita a dare o promettere utilità. Misure di prevenzione sono applicabili anche agli indiziati di stalking.”

2. “Il sequestro di partecipazioni sociali ‘totalitarie” e si estende a tutti i beni aziendali. A provvedere materialmente al sequestro sarà ora la polizia giudiziaria (non più l’ufficiale giudiziario). Se il bene immobile è occupato senza titolo, il giudice delegato ordina lo sgombero. Gli immobili, tra l’altro, potranno anche essere concessi in locazione alle forze di polizia o alle forze armate e ai vigili del fuoco.”

3. ” È stabilito espressamente che non si può giustificare la legittima provenienza dei beni adducendo che il denaro utilizzato per acquistarli è frutto di evasione fiscale. Se il tribunale non dispone la confisca, può nel caso applicare l’amministrazione giudiziaria e il controllo giudiziario. È ampliato l’ambito di applicazione di sequestro e confisca per equivalente, mentre la confisca allargata diventa obbligatoria anche per alcuni ecoreati e per l’autoriciclaggio e trova applicazione anche in caso di amnistia, prescrizione o morte di chi l’ha subita. “

4. (EPPOI IL CAPOLAVORO STILE GESTAPO, ndr): “In caso di revoca della confisca, la restituzione del bene avviene per equivalente se nel frattempo sia stato destinato a finalità di interesse pubblico.”

via Scenarieconomici

loading...
LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Commenti per questo post