I FALCHI DELLA BCE STANNO PER VINCERE. INTRODUZIONE A CIO’ CHE PUO’ ACCADERE

Cari amici

ormai  si avvicina la fine del QE europeo, e questo è stato presentato anche in modo visivo dallo spazio vocale che è stato lasciato ai “Falchi” dell BCE, mentre le “Colombe” tacevano.

SI attende a questo punto che gli stimoli cessino entro il 2018, proseguendo al massimo sotto forma di interessi ridotti e di reinvestimento dei magri interessi ottenibili dai titoli. Certo, non una politica restrittiva, ma la fine degli acquisti di stato su ampia scala.

Il dollaro è precipitato alla notizia, rimanendo poi molto basso per le notizie politiche provenienti dalla Germania :

Ora qual’è la premessa per quest fine accelerata del QE entro il 2018, cioè ben prima che Draghi termini il proprio mandato? La base sarebbe il fatto che ormai le dinamiche delle paghe si sarebbero rimesse in moto,  dando quindi fiato ad aspettative di crescita di inflazione. Peccato che proprio l’andamento delle remunerazioni del lavoro dipendente , ci dica che qualcosa non va.

Ora vediamo che dal 2011 vi è una divisione chiara fra le dinamiche salariali tedesche ed italiane, e teniamo conto che queste dinamiche da un lato sono ottimistiche per il nostro paese (paghe annue contrattuali, non tengono conto di chi viene licenziato e riassunto con minori tutele) e del fatto che la tendenza prosegue.

A questo punto la stretta monetaria non potrà che avere un’effetto restrittivo sulle remunerazioni italiane. IL grande peccato originale dell’euro è proprio questo: rendere impossibile qualsiasi flessibilità della politica monetaria per permetterne l’adattamento alle singole situazioni, ed in questo fatto nessuna riforma può portare una soluzione vera. Avremo sempre più un’Europa dei ricchi ed avidi ed una dei poveri e derubati.

Fatevene una ragione.

Fabio Lugano

via Scenarieconomici

POTREBBERO INTERESSARTI: