IN ARRIVO NUOVA LA TASSA SULLA CASA PER SISTEMARE I CONTI!

Commento

Pagare una tassa per l’occupazione del suolo da parte dell’immobile. Non è una follia, ma l’ultima idea per mettere le mani nelle nostre tasche.

Quest’idea è pura follia. Sia dal punto di vista morale sia economico che anche giuridico. È un’intromissione di uno stato che finora ha sempre giocato contro gli interessi italiani. Fra l’altro è evidente la correlazione fra tassazione patrimoniale degli immobili italiani, gonfiata da Monti, perdita di valore degli immobili di imprese e famiglie e deterioramento della solvibilità del portafoglio crediti delle banche.

L’Italia è fallita! Prima o poi qualcosa succederà- Lo dicono quelli che di economia capiscono. L’Italia è fallita. Copre i debiti facendo altri debiti e i secondi superano i primi. Il Partito debosciato invece di contenere la spesa raccatta l’Africa. Gli invasori sono un mutuo a vita per i contribuenti italiani. Non un mutuo per la casa o per l’automobile, ma per mantenere milioni di sfaccendati. Il peggio deve ancora venire. Siamo ultimi nella crescita. E’ un processo irreversibile. Il comunismo e le sue derivazioni ha portato la miseria ovunque ha attecchito. Ma poi, dopo un po’ di tempo, la gente ha capito e lo ha schifato. Gli utili idioti italiani ancora credono alla befana e la votano. Dio salva l’Italia. Se puoi. Ma sarà difficile anche per te.

L’ipotesi di una patrimoniale sui terreni immobiliari sarebbe nata da France stratégie, unathink tank vicino ad Emmanuel Macron che sarebbe pronto a suggerire all’Ue l’idea di un nuovo balzello tarato proprio sull’Italia per ridurre il deficit. Mario Seminerio su phastidio.netha di fatto smascherato il piano di Parigi. Una mossa studiata in silenzio per mettere le mani nel portafoglio degli italiani. E come sottolinea laVerità, il meccanismo che sta mettendo a punto la Francia andrebbe a colpire il patrimonio immobiliare italiano. Di fatto non verrebbe tassato l’immobile ma il terreno su cui viene edificata la casa. Il balzello dunque diventerebbe una sorta di canone d’affitto pagato allo Stato per l’occupazione del suolo da parte del proprietario dell’immobile. E chi non paga? Rischia direttamente l’esproprio sia in caso di vendita che in caso di eredità. Lo studio che gira nei salotti francesi quantifica in un 40 per cento la quota di rapporto tra Pil e debito pubblico che verrebbe abbattuta. In Italia 56 milioni di immobili sono di proprietà di persone fisiche, mentre la percentuale di famiglie italiane che vive in case di proprietà tocca quota 77,4 per cento. Un bacino immenso per chi spera di far cassa sulle spalle di chi ha lavorato una vita per poter acquistare un tetto…

via ItalianoSveglia

loading...
LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Commenti per questo post