LA BANCAROTTA DI MACRON: DISASTRO MILIARDARIO, LA VOCE. LO SEPPELLISCONO IN TRE MESI

Commento

Il presidente francese Emmanuel Macron seppellito in tre mesi. Non sono solo i sondaggi a decretare la fine politica prematura del giovane leader di En Marche, eletto all’Eliseo tra ali di folla (soprattutto, fuori dalla Francia) plaudente. A pesare ora, come ricorda Italia Oggi, è una bruttissima storia di soldi, cioè il debito pubblico da 2.232 miliardi di euro che grava sulle casse dello Stato. Trentun miliardi in più solo negli ultimi tre mesi, per un picco del 99,2% in rapporto al Pil. La Repubblica del piccolo Napoleone Macron è a un passo dal poco ambito club dei Paesi con il 100% e oltre di debito in cui da anni c’è proprio l’Italia. Nel 2019, quando probabilmente al posto di Mario Draghi alla Bce ci sarà un falco tedesco, potrebbero arrivare pessime notizie anche per Parigi che potrebbe diventare nei prossimi mesi il nuovo “grande malato” dell’Unione europea. E gli analisti iniziano già a farsi una domanda: la “bancarotta” è davvero solo una fantasia?

via Libero

loading...
LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Commenti per questo post