LA BUONA NOTIZIA CHE I MEDIA ITALIANI OPPORTUNAMENTE TACCIONO, LA CINA DI XI CEDE AGLI USA E TAGLIA LE TARIFFE (TRUMP AVEVA RAGIONE!)

Mi fa ribrezzo dover fare il supplente dei media sussidiati italiani, ormai organo di propaganda il più delle volte contrario agli interessi nazionali (ma attentissimo a quelli degli editori, miliardari che in grandissima percentuale votano guarda caso sinistra, PD e Renzi, chiedetevi il perchè). In breve, nelle more della lotta senza senso e soprattutto senza contraddittorio fattuale a Donald J. Trump – visto che tutti i media italiani tranne pochissime eccezioni sono allineati alle posizioni Dem globaliste, ossia a coloro che hanno fatto i disastri dal 2011 in avanti – ecco che i media italiani semplicemente, se non raccontano notizie fasulle, quanto meno scremano le news, tacciono le notizie positive ed esaltano quelle negative, magari con qualche piccola invenzione nel mezzo.

Oggi è la volta della Cina che, per bocca del presidente Xi afferma che cede alle pressioni USA e taglia i dazi automobilistici almeno del 20%, ossia a livello americano. In più verrà tolto nel 2018 l’obbligo di aprire in Cina aziende solo con un socio cinese. Si, perchè nessuno vi ha spiegato che il paese più protezionista del mondo per l’import – ma non nell’export, la Cina – non vi permette di fare un’azienda da soli per produrre in Cina, vi impone anche un socio cinese. Quando Trump parlava di furto di tecnologia da parte dei cinesi si riferiva anche a questo, ed anche in questo aveva ragione!

Avete letto questa notizia sui media italiani? Io ho ho cercato e ricercato, niente! Le fonti sono citate sono al di sopra di ogni sospetto (Reuters, CNN, poi anche Fox News, CNBC, NBC ecc.)

I media italiani invece tacciono queste notizie, anzi confondono la gente, meglio tenerla stupida e disinformata. Poi la Giovanna Botteri di turno chiude il cerchio con le usuali invettive a senso unico anti-Trumpiane troppo spesso senza supporti fattuali. Complimenti! Cari giornalisti, sappiate che il futuro di merda che aspetta i giovani italiani a causa del nichilismo rispetto agli interessi nazionali che la stampa italiana non solo non sembra difendere ma addirittura alimentare, riguarderà anche i vostri figli. Basta saperlo.

In relazione alla notizia in oggetto, che tutti traggano le conclusioni del caso: chiaramente Trump aveva ragione a scagliarsi contro la Cina nel caso dei dazi auto, ma questo certamente nessuno ve lo dirà.

Con tale esempio in mente traete le conclusioni del caso, in primis se ci si può ancora fidare delle testate giornaliste nazionali. Io alla mia personalissima conclusione ci sono già arrivato, e voi?

(Bene ha fatto il M5S a tenere fuori dalla sua convention l’inviato de La Stampa a Ivrea la scorsa settimana)

MD

via Scenarieconomici

POTREBBERO INTERESSARTI: