LA CADUTA DEI “PRESIDENTI”: PER LIBERI E UGUALI È UNA DEBACLE

Per Liberi e Uguali è una debacle. La speranza di ottenere un risultato “almeno superiore al 6 per cento”, come ventilato in campagna elettorale, è presto parsa ben lontana dalla realtà. Leu veleggia intorno al 3 per cento. Liberi e Uguali dovrebbe aver superato a stento la soglia di sbarramento del 3 per cento. Ma il futuro della formazione politica non appare roseo: da 11 a 19 parlamentari secondo le ultime proiezioni.

Gli ormai ex presidenti delle Camere Grasso e Boldrini nei collegi uninominali in cui erano candidati perdono in maniera netta.

Con 105 sezioni scrutinate su 232 nel collegio uninominale di Milano per la Camera Bruno Tabacci (centrosinistra) è primo con il 40,57 per cento dei voti. Solo quarta Laura Boldrini (Leu) con il 4,58 per cento. Anche Pietro Grasso è quarto, nel collegio uninominale al Senato a Palermo, con 347 sezioni scrutinate su 409, con il 5,78 per cento dei voti, dietro il cinque stelle Steni (Stanislao Di Piazza) con il 44,07 per cento.

www.today.it

POTREBBERO INTERESSARTI: