LA FACCIA TOSTA DELL’EX PREMIER: “ANCORA PARLO? SARANNO GLI ITALIANI A DIRMI SE SMETTERE”

Commento

“Il futuro dell’Italia è creare lavoro, non è il reddito cittadinanza”.

Così l’ex premier Matteo Renzi. “Se passa il principio per cui futuro dell’Italia è un sussidio siamo tutti finiti”. “Non è solo una questione di coperture, anche se nei prossimi giorni il M5s farà un articolo sulle coperture che non ci sono per il reddito cittadinanza e che invece ci sono per rilanciare il Jobs Act”, ha spiegato Renzi criticando il cavallo di battaglia del M5s.

“M5S proponga, disposti a sederci a un tavolo per il Legalicum”

“Il Pd da solo non ha i numeri, aspettiamo che ci facciano proposte. Se il M5S ci chiede di sedersi al tavolo e dice “vi diamo la nostra legge elettorale senza capilista bloccati” noi siamo disponibili…sarà bellissimo batterli con la loro legge elettorale”, ha affermato Matteo Renzi nel corso del “MatteoRisponde” in diretta Facebook soffermandosi sul nodo legge elettorale. “Lavoreremo fino all’ultimo per una legge maggioritaria sennò voteremo le leggi degli altri”, ha ribadito.

“Ancora parlo? Saranno gli italiani a dirmi se smettere”

Il candidato alla segreteria del Pd ha poi replicato a un utente che gli chiedeva con “quale coraggio ancora parlasse”. “Io ho ancora molto il coraggio di parlare visto che credo che quando uno si dimette da tutto per ripartire sono gli italiani a dire se deve continuare o no, e non lei”, ha attaccato.

“Le sentenze non le fanno i giornalisti”

“Le sentenze non le fanno i giornalisti, non è colpa loro ma dei politici. Con Tangentopoli si è creata una frattura” basata sul fatto “che bastava un avviso garanzia per essere colpevoli. Io voglio che il ladro vada in galera e ci resti ma che quello che è il ladro non lo dica il politico o il giornalista”, ha sottolineato Matteo Renzi.

“Spero che Macron vada al ballottaggio”

“Tocco ferro, non ho dati, ma credo, penso e spero che Macron ce la possa fare di andare al ballottaggio. E che quindi la sfida non sia tra Le Pen e Melenchon. Se fossi francese voterei Macron”, ha dichiaratao l’ex premier.

“Migranti, stop fondi a Paesi Ue che non danno una mano”

“Bisogna tener insieme i valori, quello di salvare le vite umane e darci delle regole: l’Ue deve investire in Africa e bisogna che i Paesi europei si facciano carico di darci una mano. I paesi Ue che fanno gli splendidi e non ci danno una mano sono vergognosi”, ha affermato ribadendo come “o i Paesi europei ci danno una mano o noi si smette di dare quattrini” all’Europa.

Fonte: qui

loading...
LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Commenti per questo post