LA FORNERO VA IN PENSIONE A 71 ANNI CON “SOLI” 3.300 EURO AL MESE: “VOGLIO CURARE L’ORTO E VIAGGIARE”

Se da un lato la Lega e il Movimento 5 Stelle da mesi promettono di abolire la riforma Fornero, l’ex ministro del Lavoro va in pensione.

Come in una sorta di paradosso, la ministra che ha firmato la legge sulle pensioni più contestata ha compiuto 70 anni e annuncia di essere pronta alla pensione. Ma non ci andrà con la riforma da lei varata. Questo perché, come spiega lei stessa al Corriere, “il limite massimo di età pensionabile dei docenti universitari era stato abbassato da 72 a 70 anni già una decina di anni fa. Noi non lo abbiamo toccato”.

Per la Fornero ora si apre un nuovo capitolo della vita. “Voglio dedicarmi alla lettura e fare volontariato. Spero di poter curare l’orto e viaggiare di più insieme a mio marito”, dice aRepubblica.

L’ex ministra poi aggiunge che avrebbe potuto ottenere la pensione già alla fine del mandato governativo: “Se avessi fatto domanda allora avrei ottenuto un assegno mensile più che doppio rispetto a quello che avrò da novembre, ma ho preferito continuare a insegnare”.

E poi, se da un lato rivendica il suo operato e la necessità della riforma pensionista dall’altro lato apre uno spiraglio alle modifiche: “Ci vuole tempo, ma forse si potrà realizzare maggiore flessibilità nell’età di pensionamento, con una variazione dell’assegno mensile che sarà più alto per chi va in pensione più tardi”.

Secondo gli ultimi dati forniti dall’Inps, l’importo annuo lordo medio di tutte quelle relativi ai docenti universitari come la Fornero è di circa 65.500 euro, cioè 3.300 euro nette al mese.

Con fonte Il Giornale

via riscattonazionale.org

POTREBBERO INTERESSARTI: