L’ANALISI DEL FINANCIAL TIMES: LE ELEZIONI IN ITALIA CONFERMERANNO IL TREND EUROPEO

Le elezioni politiche che si terranno in Italia verosimilmente nel marzo prossimo sembrano orientate a confermare l’attuale trend politico all’opera in Europa: lo scrive sul quotidiano britannico ”The Financial Times” l’autorevole commentatore Tony Barber alla luce del risultato delle elezioni regionali in Sicilia.

Secondo Barber dunque, dal ciclo di 12 mesi di elezioni svoltesi in Olanda, Bulgaria, Francia, Regno Unito, Norvegia, Germania, Austria e Repubblica Ceca sono emersi quattro aspetti principali: la vittoria dei partiti di destra; la vera e propria rotta della sinistra tradizionale; l’esclusione dei movimenti populisti dai governi nazionali, ma non nella Repubblica Ceca e in Austria, e la difficolta’ di formare stabili coalizioni di governo dopo il voto.

I primi tre aspetti dovrebbero essere confermati anche dal voto della primavera 2018 in Italia, a causa della frammentazione del quadro politico italiano, pero’, dalle prossime elezioni rischia di emergere l’esito piu’ problematico di tutti. Sulla base dei risultati del voto siciliano e dei sondaggi di opinione, secondo il ”Financial Times” il centro-destra italiano, anche se vittorioso, non dovrebbe riuscire a conquistare una chiara maggioranza parlamentare: per formare un governo dovra’ quindi formare una coalizione con una parte della sinistra.

Il Partito democratico di centrosinistra potrebbe percio’ partecipare ad un futuro governo guidato da un presidente del Consiglio di destra, spaccandosi ulteriormente, però. Ma a quel punto, nota Tony Barber, si riproporra’ la situazione gia’ tanto spesso sperimentata nella storia dell’Italia: per quanto tempo potrebbe durare una simile coalizione di governo? Poco.

Fonte: Qui

POTREBBERO INTERESSARTI: