L’UNGHERIA SI RIBELLA E RIGETTA LA CONDANNA UE: ACCUSE INGIUSTE E RICATTATORIE

BUDAPEST – L’Ungheria si ribella all’aggressione Ue. Il Parlamento ungherese, su iniziativa del gruppo Fidesz (partito di Orban), ha votato una risoluzione che rifiuta il rapporto e il voto dell’Eurocamera che ha condannato le violazioni dello stato di diritto in Ungheria. La risoluzione, adottata con i voti della maggioranza governativa contro tutti gli altri, invita il governo a ”non cedere al ricatto” e a rifiutare ”le accuse ingiuste contro l’Ungheria”.

‘Il Parlamento europeo ha condannato le leggi e decisioni di questo Parlamento, eletto democraticamente e competente per le materie, trasgredendo le proprie competenze e violando la sovranita’ di un Paese”, dice la risoluzione, che ripete la tesi del governo di Budapest: il Pe attacca l’Ungheria perche’ non accoglieva i migranti. ”Difendiamo i nostri confini e non permetteremo che ci tolgano questo diritto”, afferma la risoluzione, secondo quale il rapporto Sargentini era stato adottato attraverso una ”truffa”.

via Il Nord

POTREBBERO INTERESSARTI: