NICOLAI LILIN: CHI È VERAMENTE L’UOMO CHE HA SPARATO A MACERATA?

Il celebre scrittore Nicolai Lilin dice la sua sull’attentato a Macerata

Dalla sua pagina Facebook l’autore di “Educazione siberiana” scrive un post molto interessante sull’uomo che ha sparato sui migranti a Macerata due giorni fa, secondo lo scrittore abbiamo qualcosa in più da scoprire su quest’uomo, riportiamodi seguito il suo post.

Oggi, riguardo alla triste vicenda di Macerata, la signora Boldrini ha dichiarato: “Quanto accaduto oggi a Macerata dimostra che incitare all’odio e sdoganare il fascismo, come fa Salvini, ha delle conseguenze: può provocare azioni violente e trasforma le nostre città in un far west seminando panico tra i cittadini. Basta odio, Salvini chieda scusa per tutto quello che sta accadendo”.

Anche Pietro Grasso, leader dei Liberi e Uguali, non ha potuto trattenersi dalla dichiarazione contro l’estremismo di destra: “Chi – come Salvini – strumentalizza fatti di cronaca e tragedie per scopi elettorali è tra i responsabili di questa spirale di odio e di violenza che dobbiamo fermare al più presto.

Odio e violenza che oggi hanno rischiato di trasformarsi in una strage razziale. Il nostro paese ha già conosciuto il fascismo e le sue leggi razziali. Non possiamo più voltarci dall’altra parte, non possiamo più minimizzare”.

Belle parole, giuste. Peccato che le dichiarazioni della signora Boldrini e del signor Grasso suonano come ipocrisie autentiche, visto che entrambi apertamente sostengono i nazisti ucraini che ogni giorno massacrano la gente innocente del Donbass.

È frustrante vedere come le figure politiche di calibro della Boldrini e del Grasso sfruttano per scopo elettorale le retoriche care alla sinistra qui in Italia, mentre in Ucraina apertamente sostengono il nazismo.

Tra l’altro, Luca Traini, attualmente sotto i riflettori della stampa come responsabile della sparatoria, ha un curioso tatuaggio sulla tempia , il simbolo che rappresenta la runa “wolfangel”, la stessa che decorava la bandiera della divisione SS “Das Reich” e che attualmente è presente sulle bandiere dei nazisti ucraini, sotto i quali ama farsi fotografare Andri Parubij, leader dei nazisti ucraini e amico della Boldrini e del Grasso, quello che loro hanno ricevuto con tanti onori a Montecitorio, dichiarando di essere in sintonia con lui.

Vi ricordo che Parubij e i suoi nazisti sono colpevoli dei numerosi crimini contro la popolazione ucraina, hanno massacrato i manifestanti su piazza Maidan, hanno bruciato vivi più di cento manifestanti della sinistra nella Casa dei Sindacati ad Odessa, hanno sparato contro la manifestazione pacifica a Mariupol provocando decine di vittime.

Loro tuttora continuano a massacrare i civili del Donbass, con tacito consenso della sinistra italiana, dei partigiani e altre associazioni di sinistra che pendono dalle labbra dei leader corrotti e ipocriti, collusi con il nazismo.

Cari amici della sinistra, finché i vostri rappresentanti stringeranno le mani ai nazisti, aiutando loro a massacrare i cittadini innocenti del Donbass, voi non avrete niente di sinistra, sarete semplicemente utili idioti annegati nella vostra presunzione ed ignoranza.

Tratto dalla pagina Facebook di Nicolai Lilin

via Informare per Resistere

POTREBBERO INTERESSARTI: