Putin promette di arrestare Soros. Negli USA una petizione dichiarare Soros terrorista

Commento

Da Ninco Nanco Blog

“George Soros, lo speculatore finanziario senza scrupoli, si è proclamato “filantropo” e le sue Fondazioni (ONG) esonerate di imposte sono una parte integrale di questa macchina da guerra preventiva”. William Engdhal

La Russia aveva espulso Soros fuori dal paese per buone ragioni. Era stato Soros che aveva aiutato a rovinare l’economia russa e quella polacca nel decennio del  1990.

Come un grosso pescecane bianco, Soros si muove in ogni parte del mondo alla ricerca delle sue prede.

La prima cosa che bisogna sapere di lui è che Soros è come un grosso calamaro vampiro che si attorciglia intorno alla faccia dell’umanità senza sosta, succhiando sangue a tutto quello che odora di denaro.

Ultimamente il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato un nuovo “avviso” circa Soros ed il suo ruolo di destabilizzatore, avvisando le autorità degli USA che, dietro i disordini e gli scontri razziali avvenuti ultimamente negli USA,  si trova la mano di Soros: “Soros sta utilizzando i suoi mezzi per promuovere una politica di divisione di violenza e di propaganda dei media per i suoi fini. Il magnate si sta servendo di una vasta rete di agitatori per attaccare i punti più sensibili degli USA e causare turbolenze. Che non si facciano ingannare: la parte finale di tutto questo è la rivoluzione attraverso la guerra civile. Negli USA si stanno utilizzando le stesse tattiche utilizzate in altre parti del mondo. Soros è un piromane che cerca di appiccare il fuoco  con i fiammiferi che detiene nella sua borsa”.

Putin ha inviato anche un messaggio agli statunitensi: “dovete respingere Soros e la sua pericolosa influenzaaltrimenti correte il rischio di soccombere davanti agli interessi dei globalisti”.

“Lui non è il padrone del mondo e non ha il diritto di fare quello che vuole. Il popolo deve unirsi e respingere questo “dragone”. Noi in Russia non abbiamo spazio per la sua politica di divisione e credo che saremo tutti d’accordo che staremo molto meglio senza questo speculatore. Con tutto il rispetto, il popolo statunitense deve rifiutare la visione di George Soros”.

Nel corso di questa riunione Putin ha sbattuto il pugno sul tavolo ed ha promesso di far arrestare Soros e, secondo una fonte del Cremlino, Putin ha promesso di sbattere in una cella Soros e di gettare via la chiave.

Nel mondo finanziario Soros è conosciuto per le sue strategie di divisione e di conquista. In numerose interviste, rintracciabili su YouTube, ci si può fare una idea della sua visione e della sua personalità estremista. Le tattiche finanziarie di speculazione utilizzate da Soros gli hanno fatto guadagnare milioni di dollari ma anche varie condanne penali.

Per le sue finalità di sovversione, Soros utilizza le medesime tattiche mentre si intromette all’interno delle democrazie e cerca di prendere il potere e soffocare la voce del popolo all’interno di paesi sovrani.

La Russia ha già dichiarato da tempo che Soros è un uomo ricercato e con mandato di arresto all’interno del paese e la sua organizzazione capofila (Open Society) è considerata una “minaccia alla sicurezza nazionale russa”..

Putin ha proibito a Soros ed alle sue organizzazioni di operare in Russia dall’anno scorso e questo perchè all’inizio degli anni 90 il magnate aveva tentato di mandare in tilt il sistema economico russo. Da allora il magnate ha utilizzato il suo potere economico e la sua influenza politica  per  provocare disordini e destabilizzare la democrazia in tutta la regione.

Putin è rimasto ad osservare crisi dopo crisi nei paesi vicini e da allora sta avvisando, con un linguaggio chiaro e diretto, che Soros sta utilizzando le medesime tattiche anche negli Stati Uniti.

(Fonti: Diario de Octubre  Sputnik Mundo Traduzione: Luciano Lago per www.controinformazione.info)

Più di 70 mila americani firmano la petizione per dichiarare Soros terrorista.

Più di 70 mila persone hanno firmato una petizione richiedendo al presidente Donald Trump di dichiarare il miliardario americano George Soros un terrorista.

Il testo della petizione è sul sito della Casa Bianca. Affinché la petizione venga presa in considerazione dalla Casa Bianca sono necessarie altre 29 mila firme entro il 19 settembre 2017. Nel testo della petizione si legge che “George Soros ha intenzionalmente e perennemente cercato di destabilizzare e compiere atti di violenza contro gli Stati Uniti e i suoi cittadini”.

A questo proposito, come dicono i firmatari della petizione, “il governo federale degli USA e il Ministero della Giustizia devono immediatamente dichiarare George Soros e tutte le sue organizzazioni e i loro membri dei terroristi” e “confiscare tutti i suoi beni personali nel rispetto della legge sulla confisca civile delle proprietà”.

Da Ninco Nanco Blog

loading...
LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Commenti per questo post