News

Savona: «Ridare dignità al debito pubblico, il risparmio degli italiani lo sostiene»

“E’ come se l’Italia fosse collocata dentro ‘la caverna di Socrate’, dove le luci fioche della conoscenza che in essa penetrano proiettano sulle pareti un’immagine distorta della realtà. Per giunta in presenza di un continuo vociare a senso unico che stordisce. E’ compito di chi riveste posizioni di vertice della politica, dell’economia e dei mezzi di informazione rafforzare la luce e abbassare i toni per ristabilire la fiducia Sul futuro del Paese”.

Lo ha detto Paolo Savona, presidente della Consob.

“I giudizi non di rado espressi da istituzioni sovranazionali, enti nazionali e centri privati, appaiono prossimi a pregiudizi, perché resi su basi parametriche finanziarie convenzionali che non tengono conto dei due pilastri che reggono la nostra economia e società: la forza competitiva delle nostre imprese sul mercato globale e il nostro buon livello di risparmio,” ha detto ancora Sabona.

“Il potere di valutare il rischio di rimborso” dei titoli di Stato italiani “si è trasferito sul mercato senza un adeguato contrasto alla speculazione, che non di rado trova alimento nell’attitudine delle autorità a usarlo come vincolo esterno per indurre gli Stati membri a rispettare i parametri fiscali concordati a livello europeo”, ha spiegato Savona nel suo discorso al mercato, definendo “i sospetti sulla possibilità di insolvenza del nostro debito pubblico oggettivamente infondati”.

“Per la comunità europea e globale l’Italia non rappresenta un problema finanziario, ma una risorsa alla quale molti Paesi attingono per soddisfare le loro necessità”. Lo afferma il presidente della Consob, Paolo Savona, sottolineando come “contrariamente a importanti paesi sviluppati”, come Usa, Regno Unito, Canada e Francia, “l’Italia non assorbe flussi di risparmio dall’estero ma ne cede in quantità superiori al suo debito pubblico”, disponendo dal 2013 di “flussi di risparmio in eccesso rispetto all’uso interno”.

Secondo Savona occorre restituire “ai debiti sovrani, incluso quello italiano, la dignità di ricchezza protetta” e questo basterebbe a fugare “sospetti di insolvenza che sono infondati”.

Fonte: https://www.silenziefalsita.it/2019/06/14/savona-ridare-dignita-al-debito-pubblico-il-risparmio-degli-italiani-lo-sostiene/

loading...