SCALFARI FA IL SUGGERITORE: MATTARELLA DEVE PROROGARE IL GOVERNO GENTILONI

Nel consueto articolo di fondo domenicale su RepubblicaEugenio Scalfari sforna la sua ricetta per risolvere il rebus del futuro governo e suggerisce al presidente Mattarella di comportarsi come fece Giorgio Napolitano con il governo tecnico di Mario Monti. In pratica il consiglio è di non tenere conto del fatto che gli italiani hanno votato facendo prevalere la ragion di Stato contro la volontà popolare.

Secondo Scalfari un governo Salvini-Di Maio per cambiare la legge elettorale significherebbe ingovernabilità fino a ottobre. Una soluzione che Mattarella non auspica. E quindi? Quindi – scrive Scalfari – “secondo me quello che pensa Mattarella è completamente diverso ed è molto più ragionevole: dopo avere accertato che una vera maggioranza di governo non c’è, il presidente della Repubblica non può che prorogare l’incarico del governo Gentiloni, il quale in questo caso verrebbe definito di ordinaria amministrazione. L’ordinaria amministrazione – prosegue Scalfari – sembra un potere inesistente ma non è così, l’ordinaria amministrazione amministra il Paese e se ci sono emergenze da affrontare deve necessariamente affrontarle. E’ un governo molto simile dal punto di vista costituzionale e amministrativo a quello nominato da Napolitano nella persona di Mario Monti, con la differenza che Gentiloni è molto più politico di Monti e il suo governo di ordinaria amministrazione farà fronte a tutte le emergenze. Evidentemente, non potrebbe farlo in dissenso con il presidente della Repubblica, quindi il tandem che avrà luogo sarà quello tra Mattarella e Gentiloni”. Un governo di questo tipo, secondo Scalfari, potrebbe durare anche dieci mesi fino a un nuovo voto nel 2019.

via Secolo d’Italia

POTREBBERO INTERESSARTI: