News

SI AVVICINA OGNI GIORNO IL MOMENTO IN CUI SI DOVRA’ SCEGLIERE FRA EURO E VITA.

La polemica piuttosto stucchevole sui minibot ha visto delle punte di insipienza e di malafede che sono “”Voi umani non avete mai visto”, tanto per parafrasare Blade Runner. La realtà dei fatti è poi molto diversa da quella che vuol far apparire minibot et similia una sorta di stranezza inventata da Borghi. Si tratta di una necessità e, semplicemente, perchè:

  • o vi preparate a lasciare l’euro, o a vederlo profondamente trasformato;
  • o vi preparate a pagare una marea di tasse in più, o avere una marea di servizi sociali in meno.

Facciamo due esempi tangibili. oltre alla minaccia di procedura l’Italia ha ricevuto le raccomandazioni per il prossimo anno.

Eccovi qui un estratto:

In primo luogo, la Commissione UE raccomanda di assicurare una riduzione in termini nominali della spesa pubblica primaria netta dello 0,1 % nel 2020, corrispondente a un aggiustamento strutturale annuo dello 0,6 % del PIL;

Tradotto: circa 10 MILIARDI DI MAGGIORI TASSE O MAGGIORI TAGLI.  Addio reddito di cittadinanza, o quota cento o altro.

utilizzare entrate straordinarie per accelerare la riduzione del rapporto debito pubblico/PIL; spostare la pressione fiscale dal lavoro, in particolare riducendo le agevolazioni fiscali e riformando i valori catastali non. aggiornati;

Traduzione: vi aspettate una riduzione dell’IMU? Sbagliato!! Anche a costo di falsare i valori catastali dovete pagare di più. (io spero che questo avvenga nei centri città abitati dai piddini)

contrastare l’evasione fiscale, in particolare nella forma dell’omessa fatturazione, potenziando i pagamenti elettronici obbligatori anche mediante un abbassamento dei limiti legali per i pagamenti in contanti;

Traduzione: non basta come strumento repressivo la fattura elettronica, dovete chiudere al contante, anche se proprio il governo Renzi fece l’opposto, e non importa se i limiti più bassi (governo Monti) non servirono ad un tubo…..

attuare pienamente le passate riforme pensionistiche al fine di ridurre il pesodelle pensioni di vecchiaia nella spesa pubblica e creare margini per altra spesa sociale e spesa pubblica favorevole alla crescita.

Leggasi: DOVETE RIMETTERE LA FORNERO, ANCHE SE NON LA VOLETE.

Un documento che viaggerebbe fra il risibile e l’inutile, se non fosse che viene ad incidere direttamente e brutalmente NELLA VOSTRA CARNE, NELLA VOSTRA VITA. Volete un aiuto in caso di necessità? NIENTE.  Non volete vivere in uno stato di repressione e polizia finanziaria? SARETE REPRESSI E COPERTI DI BUROCRAZIA. Volete andare in pensione qualche mese prima NIENTE. Volete possedere una casa di abitazione? NIENTE. Avete votato per queste cose? CHI SE NE IMPORTA.

Aggiungiamo un extra fresco fresco: come riporta Il Fatto Quotidiano Juncker minaccia di far proseguire le Procedure di infrazione per anni, anche se lui non sarà più della partita, peer fortuna, aggiungiamo noi.

Questi sono interviste e documenti ufficiali, non invenzioni. Ora capite come sui Minibot e sull’Euro si giochi non una partita teorica, ma una che interessa tutti voi, i vostri portafogli, le vostre vite e quelle dei vostri figli. Quindi la domanda è semplice: PREFERITE VIVERE O PREFERITE L’EURO? Non c’è terza scelta.

Fonte: https://scenarieconomici.it/si-avvicina-ogni-giorno-di-piu-il-giorno-in-cui-si-dovra-scegliere-fra-euro-e-vita/