“SOROS, TAROCCHERÀ LE ELEZIONI”. LA DENUNCIA DI UN DEPUTATO, LE PROVE DELLA VERGOGNA

“George Soros sta usando la sua fondazione per influenzare le elezioni ungheresi del 2018”. La denuncia arriva dal deputato Istvàn Hollik, membro del Partito cristiano democratico (Kdnp), alleato di governo di Fidesz, partito del primo ministro Viktor Orbàn. Secondo il deputato, l’organizzazione filantropica di Soros, la Open Society Foundation (Osf), ha iniziato ad avversare il governo ungherese dopo l’implementazione delle misure decise da Orban per ostacolare i flussi migratori.

L’obiettivo del magnate è di portare in Europa un milione di immigrati ogni anno per sconvolgere la sovranità nazionale degli Stati membri, scrive Il Tempo. Attraverso la distruzione programmata dell’identità delle nazioni e delle radici storico-religiose. Proposito che pare essere confermato dal titolo di un progetto della sua Fondazione: “Bisogna far accettare agli europei i migranti e la scomparsa delle frontiere”.

L’Osf è la seconda più grande organizzazione filantropica al mondo, alla quale Soros pochi giorni fa ha girato 18 miliardi di dollari. Sono centinaia inoltre le Ong che lavorano con l’Osf, e anche istituzioni come l’Unione europea, secondo files interni raccolti nel sito Soros DCLeaks, e resi pubblici dall’azione di pirati informatici.

Tra le attività finanziate dal magnate non rientrano solo operazioni caritatevoli e terzomondiste, ma anche la politica. Durante l’ultima campagna elettorale, Soros ha donato 11,9 milioni di dollari per sostenere Hillary Clintonnella sua cosa alla Casa Bianca. La lotta del governo ungherese al finanziere filantropo è una guerra totale. Orban ha spedito un questionario a casa di ogni cittadino per conoscere l’opinione del popolo su George Soros. Fonte LiberoQuotidiano.it

via L’Onesto

POTREBBERO INTERESSARTI: