SPREAD, SVELATO IL COMPLOTTO CONTRO M5S E LEGA: L’UOMO CHE HA FATTO UNA FORTUNA SULLA NOSTRA PELLE

Chi ci guadagna con la febbre da spread dell’Italia? Per la prima volta, c’è un nome e un cognome: Alan Howard, del fondo inglese AH. Come riporta Federico Fubini sul Corriere della Sera, lo speculatore, da anni in perdita con il suo “giocattolino” finanziario, nel solo mese di maggio ha realizzato uno stupefacente attivo del 36,7%, un rendimento 200 volte superiore alla media dei suoi 5 anni precedenti. Come? Nelle stesse ore in cui una “manina” consegnava all’HuffingtonPost la famosa “bozza” del contratto di governo tra Lega e M5s (quella che prevedeva, tra i punti, l’ipotesi dell’uscita dell’Italia dall’euro) subito smentita, l’AH Fund ha scommesso forte sul ribasso dei titoli di Stato italiani e l’impennata del differenziale tra Btp e Bund. E così il trader 54enne, ex guru della finanza europea (con il suo precedente fondo Brevan Howard prevedeva con successo gli scenari macroeconomici) caduto in disgrazia è riuscito a risalire la china mentre l’Italia (e i suoi risparmiatori) ha bruciato 200 miliardi in due settimane.

“Qualcuno ha speculato sui risparmi degli italiani utilizzando la crisi politica di queste settimane per fare soldi? – si chiede il deputato Pd Michele Anzaldi su Facebook – Qualcuno si è arricchito sulla pelle dell’Italia manovrando la crisi politica, mentre il nostro mercato perdeva 400 miliardi di valore in azioni e obbligazioni pubbliche o private, per due terzi a carico di cittadini italiani?”. Anzaldi parla di “veri e propri possibili risvolti criminali”: “È necessario che la Consob indaghi immediatamente, faccia luce su questa opaca vicenda, spieghi agli italiani cosa è successo e verifichi anche se qualche storica banca d’affari italiana è coinvolta”. “Gli economisti della Lega hanno nulla da dire? – conclude polemico il deputato dem – Borghi, che si è scoperto essere un investitore esclusivamente su titoli esteri e non italiani, ha nulla da dire? E Bagnai?”.

via Libero

POTREBBERO INTERESSARTI: