Tedeschi comprano per 4 soldi il porto greco di Tessalonica. Poi tocca all’Italia

Commento

Prima li affami e poi li compri (encore): il porto greco di Tessalonika comprato in saldo dai tedeschi, che caso…

Occhio italiani, siete destinati a fare la stessa fine!

Ossia, per dirla meglio, la colpa delle sofferenze greche attuali in larga parte è…. italiana! Si, italiana. Quello che non vi hanno ancora detto – ma lo scoprirete presto, a vostre spese – è che il non concedere deroghe alla folle e nefasta austerità euroimposta ad Atene dipende dal fatto che se si mollasse la presa non sarebbe più possibile, successivamente (sono 4 anni che ci provano) mettere le mani sugli attivi italiani, il piatto ricco, visto che Roma certamente chiederebbe lo stesso trattamento “facilitato“. Dunque la Grecia deve morire; poi quando Roma cederà alla troika si potrà fare deroghe per il debito greco, tagliandolo.

Spero non diciate, “bene!”. Visto che suppongo che voi siate italiani (o italioti) vi rammento che questo significherebbe soltato una cosa: che voi diventerete poveri, molto poveri. Anzi peggio: schiavi! Non nel senso che vi metteranno una palla al piede e vi costringeranno a lavorare gratis, per la gran carità! (come ad esempio si faceva nei lager nazisti 75 anni fa – ma senza palla – , in effetti la dizione corretta era “campi di lavoro” a costo zero, solo un pezzo di pane per mangiare, il fatto di usare detti schiavi ormai esauriti come combustibile nei forni venne presa dopo, …, ndr).

loading...

No, semplicemente vi costringerenno a lavorare a stipendi da fame mentre le tasse italiane parallelamente saliranno a dismisura, per pagare il debito pubblico. E le aziende importanti nazionali verranno vendute ai franco-tedeschi, in Italia resteranno solo impieghi di bassa lega e basso stipendio. Tra le altre cose, sappiate che voi non potrete più permettervi di mandare a scuola i vostri figli e dunque la vostra progenie sarà predestinata ad una vita da servitori: consumatori non risparmianti, facendo dell’Italia un serbatoio di manodopera a basso costo, come da piano. Tempo una decina di anni e i risultati saranno visibili a tutti, per ora ci siamo solo noi – i gufi – ad aprirvi gli occhi.

In ogni caso leggete l’articolo citato sulla Grecia, di cui al titolo: illuminante! Se non sapete l’inglese non importa, tanto in futuro non vi servirà (dovrete imparare il tedesco, già oggi state iniziando a vedere i loro programmi TV, spesso assurdi – telefilm su tutti -, scommetto che in un futuro non troppo lontano sarete tenuti ad adottare la lingua barbara, così si risparmierà sulle traduzioni).

Ah, dimenticavo, il lato proattivo: cosa fare per evitare quanto sopra preconizzato, ossia la miseria generalizzata ed il neocolonialismo tedesco a spese italiane. Prima di tutto evitate di festeggiare per la vittoria di Macron in Francia, forse non avete capito che con tale ipereuropeista elitario al potere la troika arriverà certamente in Italia nel 2018. Poi, evitate di votare coloro che hanno avallato ed avallano cotanto scempio euroimposto. E qui non vi dico di che partito/i italiano/i si tratta, se non l’avete ancora capito il problema è vostro e vi meritate pienamente di subirne le tragiche conseguenze.

Auguroni.

Mitt Dolcino – scenarieconomici.it

loading...
LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Commenti per questo post