“VENDETTA” DEL BAR SUI TEDESCHI: “CI INSEGNANO A VOTARE? PAGANO IL CAFFÈ IN BASE ALLO SPREAD”

La provocazione in un locale di Macerata: “Inaccettabili le ingerenze della Germania sul nostro Paese. Le offese di Oettinger meritavano una risposta”

Alla faccia della Germania, verebbe da dire. Qualcuno a Macerata sembra non aver preso bene gli attacchi della stampa teutonica contro il Belpaese (“scrocconi”) e le parole del commissario Ue al Bilancio, il tedesco Oettinger, sui mercati maestri del voto per gli italiani.

Tanto da decidere di mostrare un cartello eloquente all’ingresso del suo bar: avviso che costringe eventuali clienti tedeschi a pagare il caffè con un listino prezzi variabile a seconda dello spread. Più cresce il differenziale tra Btp Bund, maggiore sarà l’esborso per la bevanda presa al bancone.

La simpatica, e provocatoria idea è venuta in mente a Roberto Buratti, titolare del Maracuja e della Brp Eventi di Macerata. Il suo obiettivo – spiega a Picchio News – è quello di “far capire che noi italiani non accettiamo alcuna ingerenza nel quadro politico del nostro Paese”. Ed eccola la provocazione, scritta nera su bianco sul cartello esposto all’ingresso del locale: “Poichè i mercati insegneranno agli italiani come votare, il nostro locale applicherà ai clienti di nazionalità tedesca un listino prezzi speciale variabile a seconda dello spread. Vi insegneremo così come consumare bene al bancone di un bar italiano”. “oi conclude: “Quella di ieri è stata un’offesa inaccettabile per tutti noi italiani e non poteva restare senza una adeguata risposta“.

via Il Giornale

POTREBBERO INTERESSARTI: